Pace a voi

 

Chissà se ci viene mai in mente? Il titolo del nostro foglietto settimanale è proprio il saluto che Gesù Risorto rivolge ai suoi discepoli: il saluto pasquale per eccellenza.

Già in precedenza Gesù aveva comandato ai suoi di salutare in questo modo quando andavano di villaggio in villaggio come missionari. Ma ora, dopo che lo avevano abbandonato nella sua passione, questo saluto prendeva sulle sue labbra anche il senso del perdono.

“Pace a voi”, cioè: “Non abbiate paura di me, qualunque colpa abbiate commesso. Non abbiate paura di avvicinarvi a me, non temete il rimprovero: quel che è stato, è stato. Ora il sole della Pasqua dà inizio a un giorno nuovo, una vita nuova, insieme”.

È un messaggio che vale anche per noi.

Pace a voi.

don Giorgio