“Natalini” sorprendenti

 

Il grande don Cesare di beata memoria diceva che i “natalini” (cioè quelli che vanno a Messa solo a Natale) “all'inferno sono vicini”, ma a me è capitato di conoscerne uno che forse gli avrebbe fatto cambiare idea. Questo signore si era trovato a Natale in un paese dove la chiesa cattolica era “sorvegliata speciale”, se non proprio perseguitata. Per quanto chiedesse in giro, non c’era verso di trovare una chiesa in cui si celebrasse la Messa di mezzanotte. Allora, distribuendo qualche mancia alle persone giuste, scoprì dove abitava un prete e gli fece celebrare (nonostante la paura di essere scoperti) la Messa nella quale fu l’unico fedele. Andava a Messa solo a Natale, ma per quella Messa era disposto anche a correre dei grossi rischi.

Per questo non rimprovero mai i “natalini”, ma mi permetto ugualmente di dire: “Dai, venite a trovarmi un po’ più spesso!”.

 don Giorgio