Nozze in aereo? Bazzecole!

 

Ha fatto discutere la decisione di Papa Francesco di celebrare in aereo le nozze tra due assistenti di volo. La location del matrimonio è apparsa a molti quantomeno bizzarra e ha fatto nascere il timore che altre coppie di fidanzati possano avanzare ai loro parroci richieste altrettanto inusuali, per non dire strampalate.

Ben pochi sanno che la nostra diocesi “vanta” un precedente ben più clamoroso: nel 1997 il parroco di un paese alle pendici del monte Grappa, Semonzo (nomen omen), approfittando della presenza nel suo territorio di una pista di atterraggio, celebrò un matrimonio in parapendio. Chissà? Forse i nubendi lo avevano minacciato di celebrare un matrimonio civile, se non li avesse accontentati. Ma il sindaco se la sarebbe sentita di fare quel che ha fatto il parroco?

Ad ogni buon conto, con me non ci provate!

don Giorgio