Rosario in patronato

 

Anche se l’anno scorso le presenze si potevano contare sulle dita di una mano monca, quest’anno ci vorrei riprovare: almeno il martedì e il giovedì sera, in patronato, davanti alla statua della Madonna, recitare il rosario con i volenterosi che avranno il coraggio di partecipare. Certo, ogni giorno in chiesa alle 18.30 il gruppo del Rosario celebra fedelmente questa preghiera, ma chissà che riusciamo ad aggiungere qualche presenza serale, magari di ragazzi che poi gradiscono anche tirare quattro calci al pallone prima che faccia troppo buio.

Nonostante la sua apparente facilità, molti fanno fatica a capire la preghiera del Rosario: sembra loro che si tratti soltanto di ripetere macchinalmente alcune formule. In realtà, la ripetizione serve a favorire la concentrazione per meditare i “misteri” proposti di volta in volta. È facile? Difficile? Come in tutte le cose, ci vuole esercizio...

 Don Giorgio