Grazie ai volontari

 

Sentite questa. Martedì, dopo mezzogiorno, mi suona il campanello un giovanotto dicendo che vuole entrare in chiesa per pregare. Dato che il volontario ha già chiuso e io non posso scendere, gli dico che la chiesa riapre alle 16. Dopo neanche un quarto d’ora mi arriva un’e-mail in cui si dice che i preti dovrebbero lasciare sempre aperte le chiese senza paura dei ladri: a proteggerle ci penserebbe lo Spirito Santo e tutti fedeli che entrerebbero a pregare.

Veramente, quando 10 anni fa diventai parroco di Santa Sofia e per varie ragioni dovetti lasciare la chiesa senza sorveglianza per qualche settimana, Santa Sofia si riempì di mendicanti che importunavano i fedeli e le cassette delle offerte per candele furono visitate molto spesso. Potrete vedere che mancano anche due quadretti all’altare di San Francesco di Paola.

Perciò ringrazio i volontari che ci permettono di tenere aperta la chiesa tutti giorni anche se non h24 come qualcuno pretenderebbe. Se qualche altro si aggiunge, magari potremo fare di meglio, o almeno mantenere quel che già facciamo.

 

Don Giorgio