Bentornati!

 

Molti di voi parrocchiani hanno trascorso i giorni scorsi in qualche località di villeggiatura per godersi un po’ di meritato riposo. La chiesa però non si è svuotata del tutto (come succede d’estate): altri volti un po’ meno conosciuti hanno cercato come potevano di rimpiazzarvi tra i banchi. Tranquilli: soltanto Don Cesare aveva il privilegio di rampognare queste nuove presenze al grido di “Natalini e Pasqualini, all’inferno siete vicini!”. La sua simpatia rendeva accettabili anche i rimproveri, ma io non provo nemmeno a emularlo perché penso che il risultato sarebbe molto diverso. Spero solo che si siano trovati bene e che il nuovo anno ci veda tutti, vecchi e nuovi, partecipare volentieri alla vita della comunità e alla liturgia. Magari potrei rinnovare lo slogan: “Natalini e Pasqualini, vi vogliamo più vicini!”.

 Don Giorgio