La dura legge della liturgia

 

Da quando sono parroco (28 settembre 2008) ho sempre visto un notevole afflusso di fedeli per la festa della Candelora, ovvero della Presentazione al tempio del Signore.

Dato che il messale prevede che i fedeli si trovino in una chiesa succursale e da lì raggiungano la chiesa principale in processione con le candele accese, e dato che siamo tra i pochi privilegiati ad avere una chiesa succursale (San Gaetano), ho quasi sempre cercato di dare attuazione a questa norma, anche se salire e scendere con la carrozzina la rampa di accesso a San Gaetano è impresa estremamente rischiosa.

Quest’anno però la festa cade di sabato e la liturgia prevede che alla sera prevalga la messa della domenica, perciò: niente processione e niente candele! Per chi può, celebreremo la Messa della festa alle 10:30. Per quest’anno va così: scusate, ma le norme della liturgia sono implacabili...

 Don Giorgio