C’è bisogno di educatori

 

Tutti o quasi sapete che negli ultimi anni abbiamo celebrato la prima comunione e la cresima dei bambini in quinta elementare, seguendo il resto della diocesi. Per molti, ahimè, questa celebrazione segna la fine della frequenza in parrocchia, proprio quando inizia la preadolescenza e poi l’adolescenza, il periodo in cui ci sarebbe più bisogno di formazione alla vita cristiana. Tuttavia, ci sono ragazzine e ragazzini che anche dopo la cresima sarebbero disposti a venire in parrocchia, magari con modalità diverse da quelle del classico “catechismo”. Fino a pochi anni fa per fare da educatori a questi ragazzini si cercava tra gli universitari che però adesso frequentano i corsi in altre città o magari all’estero. Ma sarebbe bello trovare ugualmente qualche adulto o giovane capace di proporre esperienze formative (anche non settimanali) ai ragazzi delle medie. C’è qualcuno disposto a provare?

 don Giorgio