Cambia tutto? No

 

In questi giorni ha fatto molto rumore sui giornali e alla televisione la pubblicazione della Nota della Congregazione per il clero: La conversione pastorale della comunità parrocchiale al servizio della missione evangelizzatrice della Chiesa. In particolare l’attenzione dei media si è concentrata sulla possibilità data ai laici di celebrare matrimoni, battesimi e funerali. In realtà queste cose già avvengono da molti anni nei paesi che chiamavamo “di missione”: da noi non si è mai fatto perché c’era ancora una certa abbondanza di clero, ma si sta già facendo anche in altri paesi europei come la Francia. Il Covid-19 ci ha dato un assaggio di come potrebbe diventare la vita cristiana quando i preti saranno ancor meno numerosi e sarà più difficile andare a Messa: le parrocchie non scompariranno, ma molte cose dovranno cambiare. Non subito.

don Giorgio

 

Riflessione di don Giorgio (XVIII domenica del Tempo Ordinario)

Clicca qui per il testo della riflessione

 

Riflessione di don Giorgio (XVII domenica del Tempo Ordinario)

Clicca qui per il testo della riflessione