Brassi robà ai campi

 

Ormai da tempo vi ho informati delle mie performance con la carrozzina ad auto spinta.

Però non vi ho ancora detto che l’attrito delle ruote lascia segni sulle mie mani: prima si sono formate delle piccole vesciche che poi sono guarite rendendo più dura la pelle in quei punti.

Insomma: sono uno dei pochi preti della storia ad avere i calli alle mani e questo dopo che una commissione medica ha riconosciuto la mia invalidità al 100%.

Nessuno è ancora arrivato a sostenere che le mie siano braccia sottratte all’agricoltura, ma di questo passo non mi meraviglierei se arrivassimo a tal punto.

Confesso che non mi dispiacerebbe provare a guidare il trattore invece della carrozzina elettrica, ma è meglio lasciar perdere: l’ultima volta che ho guidato un motore a scoppio ho fatto parecchi danni!

 

don Giorgio