Preghiere (quasi) esaudite

 

Carissimi parrocchiani,

nelle scorse settimane vi ho tenuto al corrente dei miei progressi con la carrozzina che si spinge a forza di braccia, ma è chiaro (anche se non l’ho detto esplicitamente) che il mio più profondo desiderio sarebbe quello di abbandonare del tutto la carrozzina per poter di nuovo camminare.

Ecco: non sono ancora arrivato a camminare, ma la carrozzina l’ho abbandonata. Anzi, è stata lei che ha abbandonato me: martedì scorso il fisioterapista mi ha detto che non poteva più prestarmi la carrozzina con cui ho fatto le prove e se l’è portata via. Presto però arriverà quella definitiva e potrò quindi ricominciare a faticare, ma senza sudare, perché mi manca anche la termoregolazione.

Risparmio parecchio sul deodorante...

 

don Giorgio