Allineati e coperti

 

Come sappiamo, purtroppo quest’anno, a causa delle note vicende belliche, i prezzi dell’energia sono quanto meno triplicati. Perciò, se l’anno scorso abbiamo acceso il riscaldamento della chiesa a metà novembre, quest’anno cercheremo di spingerci ancora un po’ più in là. Sarà un disagio che comprendo benissimo, dato che già da un paio di settimane in canonica tengo un berretto o un cappuccio in testa, ma se l’anno scorso abbiamo speso circa 8.000 euro di gas, qualche sacrificio si impone.

Sia chiaro: non intendo farvi congelare, come quando eravamo “sfollati” a San Gaetano durante i lavori di restauro di Santa Sofia, ma vorrei provare a togliere qualche giorno di riscaldamento all’inizio e alla fine dell’inverno. Perciò, nelle prossime settimane copritevi bene: il riscaldamento globale è un male, ma quello individuale è un bene.

don Giorgio

 

Riflessione di don Giorgio (32^ dom. del tempo ordinario)

Clicca qui per il testo della riflessione