Sono alla canna del gas

 

Dicono che il pianeta si sta surriscaldando. Dicono che quest’anno l’inverno è stato particolarmente mite. Dicono anche che il prezzo degli idrocarburi è sceso al minimo storico.

Per di più, da qualche mese ho cambiato ente fornitore del gas sottoscrivendo un contratto che mi hanno garantito molto vantaggioso rispetto al precedente. L’impianto di riscaldamento della chiesa è stato completamente rinnovato quando abbiamo fatto i lavori di restauro e mi è stato detto che avremmo risparmiato. Il bruciatore della canonica è stato sostituito da poco con uno a condensazione, molto più efficiente di quello vecchio.

Ma allora, perché le bollette del gas continuano ad essere così salate? C’è forse una perdita da qualche parte?

Se salto per aria, sapete già il perché.

don Giorgio