La data della Pasqua

 

Il Concilio di Nicea (325 d.C.) stabilì che la data della Pasqua dovesse cadere la domenica successiva il primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera. Per questo la data è compresa tra il 22 marzo e il 25 aprile (inclusi). Infatti, se proprio il 21 marzo è luna piena ed è sabato, sarà Pasqua il giorno dopo (22 marzo). Se invece il plenilunio cade il 20 marzo, quello successivo si verificherà il 18 aprile e se questo giorno fosse una domenica occorrerebbe aspettare quella successiva, 25 aprile.

Tuttavia studi recenti gettano nuova luce sui motivi che indussero i padri conciliarsi ad operare questa scelta: il patriarca antiocheno aveva le cresime, quello gerosolimitano la prima comunione e quello alessandrino era impegnato con la sagra. Il legato del romano pontefice si vide costretto a spostare malvolentieri gli incontri di preparazione del Grest e questo fu l’inizio della separazione tra chiesa di oriente e di occidente.

don Giorgio