Giochiamo alle carte bollate?

 

Ho saputo il caso di un parroco tetraplegico – del quale non faccio il nome – che aveva un conto corrente presso una filiale bancaria che è stata chiusa. Di conseguenza il suo conto è stato trasferito in un’altra filiale della stessa banca ed è stato modificato il suo codice IBAN.

Dovendo avvisare gli enti che gli erogano la pensione di invalidità, l’assegno di cura e l’accompagnamento, si è messo al lavoro di buona volontà per capire quali dichiarazioni doveva redigere, a chi le doveva consegnare e come, quali moduli compilare, con quali documenti accompagnarli, ecc.

Si è fatto anche aiutare dal fratello, ed essendo i due laureati e non ancora del tutto svaniti credevano di cavarsela con qualche telefonata e un’oretta di ricerca su internet, ma non è andata così: la caccia al tesoro (ricca di colpi di scena) è durata ben più a lungo!

È stata un vero spasso: con una burocrazia come quella italiana, chi ha bisogno dei videogiochi?

don Giorgio