Per aspera ad astra(Zeneca)

 

L’antico adagio latino ci avverte di dover passare attraverso le asprezze della vita per poter giungere all’altezza delle stelle e ci incoraggia in questo tempo di pandemia, anche se per il momento di “aspera” ne abbiamo avuto in quantità, mentre gli unici “astra” che abbiamo raggiunto sono i vaccini. Ma noi non molliamo, confortati anche dal fatto che le bambine e i bambini di quinta elementare giungono a celebrare la Cresima e la prima comunione in questa domenica e nella prossima. La Bibbia dice che i giusti splenderanno come gli astri nel cielo: in queste due domeniche questi fratelli e sorelle più piccoli saranno ricolmati di doni di grazia che li renderanno splendenti, e anche la nostra comunità brillerà di una luce più intensa. Ci conceda il Signore di essere luminosi come stelle anche nelle azioni di tutti i giorni.

don Giorgio

 

Riflessione di don Giorgio (6^ dom. di Pasqua)

Clicca qui per il testo della riflessione